Stampa
PDF

14 NOVEMBRE 2011 GIORNATA SENZA ALCOL

no-alcol Una giornata senza Alcol: è stata indetta per il 14 Novembre dalle associazioni dei consumatori del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (CNCU) che precisano: “non si tratterà di una campagna proibizionista ma informativa per invitare le Istituzioni competenti a programmare un’attività adeguata di prevenzione affinché i cittadini siano informati in merito ai rischi reali per la loro salute”. Capofila dell’iniziativa, Mario Finzi di Assoutenti che ha sensibilizzato il CNCU a richiedere l’audizione –nel corso della riunione del Consiglio del 27 ottobre- di un rappresentante dell’Istituto Superiore della Sanità per fare luce sugli ultimi dati emersi sui rischi di malattie alcol-correlate.
Sembrerebbe infatti crollare la tradizione del bicchiere di vino ai pasti che, preso regolarmente, farebbe bene alla salute. Le ultime evidenze scientifiche in proposito non sembrerebbero per niente rassicuranti e su questo un parere scientifico sarà formalmente richiesto dal CNCU al Consiglio Superiore di Sanità: anche solo tre bicchieri di vino a settimana basterebbero a danneggiare la salute con il rischio di tumori e, specie nelle donne, di quelli al seno; solo nel 2007 i morti in Italia per questa patologia sono stati 21.000; in generale il consumo a rischio riguarda il 15,8 % degli italiani al di sopra degli 11 anni, per un totale di circa 8 milioni e mezzo di persone.
Le associazioni dei consumatori hanno annunciato anche una raccolta di firme e una richiesta formale al ministero della Salute affinché si esprima con una posizione chiara in merito ai pericoli dell’uso –e non più solo abuso- di alcol e alla necessità quindi di un piano di azioni urgente, per combattere i danni alcol-correlati, prima fra tutte l’etichettatura delle bottiglie di bevande alcoliche per indicare composizione e avvertenze per la salute.
In tale direzione si è già mossa l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che, riunitasi con i 53 Paesi della Regione Europea il 15 settembre in Azerbaigian, ha approvato un piano di azione 2012-20120, stabilendo i settori prioritari di intervento dell’Azione Europea.11


 

BANNER_CARTA_EUROPEA_ALCOL
alcoliceberg_ragazza
ragazzo_02
ragazza_02
assoutenti_logo aics comune genova coni fiepet fisar provincia_genova regione liguria sia silb unicef